Modellismo ferroviario, una vera e propria arte

Tempo di lettura 2 minuti

Il modellismo ferroviario non è un gioco per bambini, il gioco per bambini è il trenino elettrico che gli si regala per Natale e che spesso non supera il giorno di Santo Stefano.

Dal blog di Carlo Filippo Follis Modellismo Ferroviario: per molti un gioco da bambini – Il Blog di Carlo Filippo Follis

Il modellismo ferroviario è un hobby principalmente per adulti, i pochi bambini che ne sono appassionati lo sono per via dei genitori o parenti. È un hobby impegnativo e molto costoso, per questo si dice che il modellismo ferroviario è un gioco per “bambini adulti”!

Saper osservare è la cosa più importante per il modellismo

“Il modellismo ferroviario è l’arte di riprodurre in miniatura una realtà che esiste o che noi immaginiamo ma che nell’aspetto paesaggistico, tecnico e logistico ricorda la realtà.”

La capacità di osservazione è fondamentale, per il modellismo e in particolare per quello ferroviario è molto importante riuscire ad individuare i dettagli più nascosti per poter realizzare il plastico “perfetto”.

Ma è molto altro!

Il modellismo ferroviario è anche il piacere di condividere una passione che unisce e che porta a viaggiare, a visitare e a scoprire luoghi e tecniche.

Per sviluppare i propri modellini è importante andare in giro, visitare posti nuovi per poter prendere spunto dai paesaggi o dalle costruzioni appena viste.

Devi anche saperti mettere in gioco, riuscire a superare i propri “limiti” nelle capacità manuali e tecniche e mettersi d’impegno ad imparare sempre nove tecniche per perfezionare i lavori.

Modellismo statico e dinamico

 Il modellismo ferroviario statico consiste nel rappresentare degli ambienti in scala che rimandano al contesto ferroviario e in cui i trenini sono però privi di meccanismi che ne permettano il movimento su rotaia.

Il modellismo ferroviario dinamico invece nasce con l’arrivo dei trenini elettrici, agli inizi del XX secolo, costituiti di locomotive alimentate a bassa tensione grazie alle rotaie, è diventata invece comune la costruzione di modellini di treni mobili che si posizionavano all’interno di scene statiche dove il materiale rotabile viene collocato in un determinato contesto geografico, con il chiaro intento cioè di riprodurre un’ambientazione reale che permettesse quindi all’osservatore del modello di apprezzarne l’accuratezza e quindi l’abilità stessa del modellista.

Molto altro ancora!

Se sei interessato al modellismo in generale ti consiglio di andare a vedere il mio articolo “Modellismo”: